SINGEOP - home

SINGEOP
SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI

aderente alla Confprofessioni
 
 
CIRCOLARE 349/99 E PROFESSIONE
 

La Circolare 349/99 ha provocato grande sconcerto tra i Geologi che ritengono minacciato l’esercizio della professione con i vincoli all’impiego di strumentazioni d’indagine. Si aperta una serrata polemica nella quale nessuno è escluso e si addebita al CNG non essere stato in grado di intervenire nelle opportune sedi. La polemica spesso ha alzato il tono e non ha risparmiato neppure singole persone rappresentative della Categoria.

Non è compito mio assumere la difesa del CNG ma nella veste di rappresentante sindacale dei liberi professionisti sento il dovere di entrare nella polemica e fornire le dovute precisazioni a chi spesso interloquisce senza la dovuta attiva partecipazione e senza adeguata conoscenza dei fatti.

Innanzitutto una precisazione: perché il Sindacato interviene nella polemica. Scopo statutario del SINGEOP è “… assicurare l’affermazione, la salvaguardia e la tutela degli interessi degli associati nel campo economico, etico, sociale ….. promuovendo ogni iniziativa volta ad indirizzare la libera attività ….. a favore del processo di sviluppo sociale, economico e tecnico del Paese”. Il Sindacato ritiene quindi che la diatriba ha poco valore perché il ruolo del Geologo professionista non è quello del fornitore di mezzi d’opera, come in effetti è nella logica dell’impresa come tale certificata, bensì è quello del prestatore di un servizio ad alto contenuto intellettuale

Nell’esercizio della professione il Geologo certamente si avvale di speditivi strumenti geognostici utilizzati per una sommaria stima e valutazione di alcune proprietà del terreno. In un secondo momento, e in relazione allo specifico intervento, farà seguito il progetto delle indagini, di campo e di laboratorio, elaborato per tipo, numero, densità e affidato alla ditta specializzata che lo svolgerà secondo le norme tecniche definite nel “capitolato prestazionale”. E’con tale approccio metodologico e culturale che deve essere concepita la professionalità del Geologo E’ nel processo di formazione del progetto che assume dignità e rilievo la figura del Geologo quale effettivo co-progettista per tutto quanto attiene il terreno e il suo comportamento.

Se i Colleghi, quelli più giovani, riescono ad adeguare il loro modo di concepire la professione non in funzione subalterna ma protagonista allora si vedranno valorizzati non soltanto nel campo applicativo delle costruzioni ma in tutte le opere nelle quali il fattore suolo e sottosuolo è prevalente e condizionante qualsiasi intervento progettuale.

Quei Colleghi che ritengono necessario per l’ingresso e l’affermazione nella professione dotarsi di un strumento d’indagine (un penetrometro leggero, come si sente molto spesso) e per mezzo di questo risultato redigere una perizia per l’analisi delle condizioni fisico-meccaniche del terreno e magari di condizionare la scelta delle soluzioni fondali di un fabbricato o la stabilizzazione di un pendio sbagliano assai. La relazione geologico-tecnica (o se si vuole geotecnica) è ben altra cosa!

Ma sbagliano anche nel criterio di ingresso alla professione. Gli incarichi professionali, proprio per la loro intrinseca natura di prestazione ad alto contenuto intellettuale, sono essenzialmente di carattere fiduciario e quindi affidati in base al curriculum personale, alla notorietà del professionista, alla sua capacità tecnico-organizzativa per soddisfare pienamente le esigenze della Committenza pubblica o privata.

Occorre fare un poderoso salto di qualità!

Il CNG e il Sindacato sono stati molto attivi e puntuali nell’esercizio delle loro funzioni istituzionali. Hanno partecipato a pieno titolo e con assoluto apprezzamento nell’elaborazione delle norme e dei regolamenti introducendo, limando, aggiustando, emendando quanto più era nelle loro possibilità per valorizzare, con strumenti legislativi, il contributo culturale e progettuale della Categoria e dei liberi professionisti.

 

Andrea Maniscalco
Presidente del SINGEOP

21.8.2006

 

HOME Chi siamo Statuto

SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI
aderente alla Confprofessioni
Via Tommaso Campanella, 41 – 00195 ROMA RM
Tel: 0639732126 - FAX: 0639732126 - Mob: 3394482624

e-mail