SINGEOP - home

SINGEOP
SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI

aderente alla Confprofessioni
 
 
Roma 22 maggio 2006

A proposito della Circolare 349/99

Il SINGEOP non ha voluto attivarsi nei meriti di tale normativa, così come non ha espresso una posizione critica a proposito di altre similari norme legislative dal momento che esse mirano alla disciplina di attività che attengono alle prestazioni di laboratori o di categorie di tipo imprenditoriali. Attività queste ben diverse da quelle proprie dei professionisti che svolgono attività di consulenza e/o progettazione (geologica).

E' tuttavia necessaria una motivazione circa la posizione del Sindacato quale organo volontario di rappresentanza dei liberi professionisti che hanno conferito esplicito mandato all'Associazione al momento della richiesta di adesione e alla conseguente accettazione dell'iscrizione.

Ci è noto che molti Colleghi sono "ossessionati" dalla Circolare n.349 del 16.12.1999 e dalle successive disposizioni fino al D.M. 14.9.2005 (Norme tecniche per le costruzioni) che al punto 7.2.2. stabilisce che le indagini e le prove geotecniche devono essere eseguite e certificate dai laboratori di cui all'art.59 del D.P.R. n.380 del 6.6.2001.

Non ci sfugge che la vigente normativa pone severi vincoli all'attività professionale dei Geologi ma è pur vero che il legislatore non poteva non dettare criteri selettivi, ancorché molto rigidi, trattandosi di attività di "pubblica utilità" (come tali definite nel punto 2 del citato D.P.R. 380/01).

Per quanto concerne le indagini, è da tempo immemorabile che esisteva nell'Albo Nazionale dei Costruttori la Cat.19 (nelle sottoclassi a. e b.), denominata, appunto: "indagini nel suolo e sottosuolo anche con mezzi speciali". Con l'abolizione dell'A.N.C. è subentrata la nuova certificazione SOA (Cat.S21). Ai fini della certificazione occorreva, ieri come oggi, avere parecchi e particolari requisiti attestanti il possesso di adeguate ed idonee attrezzature, la natura e l'organizzazione societaria, i lavori eseguiti con i relativi importi, l'idoneità professionale del direttore tecnico.

In passato un apposito comitato, istituito presso i Provveditorati alle OO.PP., istruiva il procedimento di iscrizione in una determinata categoria, definita per limiti di importi entro i quali la Ditta poteva concorrere alle gare di appalto. Oggi, con le SOA, la procedura non è cambiata.

Da quanto sopra si evince che le attività connesse alle indagini geognostiche sono considerate dal legislatore non come attività professionali bensì come "attività d'impresa". Consegue che agli organi di tutela della professione e dei liberi professionisti è, di fatto, negato ogni e qualsivoglia intervento.

Con riferimento ai laboratori il legislatore ha ritenuto di considerarli nell'ambito dei servizi di "pubblica utilità" (si legga il precitato D.P.R.380/01, punto 2) e quindi di dettare specifiche norme e regolamenti concernenti l'organizzazione, l'organico, la dotazione strumentale.

Si può ragionevolmente obbiettare sulla coerenza del dettato legislativo essendo deontologicamente consapevoli che i risultati delle analisi e delle prove di laboratorio devono essere validati da una struttura, pubblica o privata, certificata per requisiti di affidabilità?

Anche in questo caso non sono possibili interventi degli Ordini e del Sindacato.

Personalmente non mi resta che il rammarico di quanto la nostra Categoria fosse stata sorda all'appello che dalla tribuna del 1° Congresso (tenutosi a Roma nel 1971, se la memoria non mi ha abbandonato) lanciavo per sostenere l'opportunità di iniziative forti per arrivare all'eliminazione dall'A.N.C. della, per me famigerata, Categoria 19.

Sostenevo allora, e pervicacemente continuo a sostenerlo ancora oggi con radicata convinzione, che sia le indagini geognostiche, sia i laboratori di analisi, sono attività strumentali della nostra professione così come ai medici sono strumentali alla loro professione il tavolo dei raggi x e i laboratori di analisi cliniche.

Purtroppo abbiamo perso una guerra senza neppure averla dichiarata e iniziata.

Sic transit gloria mundi!

Andrea Maniscalco
Presidente del SINGEOP

HOME Chi siamo Statuto

SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI
aderente alla Confprofessioni
Via Tommaso Campanella, 41 – 00195 ROMA RM
Tel: 0639732126 - FAX: 0639732126 - Mob: 3394482624

e-mail