SINGEOP - home

SINGEOP
SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI

aderente alla Confprofessioni
 
 
Roma 25 maggio 2006

Nota del SINGEOP al Segretario Nazionale Area Tecnica della CONFPROFESSIONI

Il "Codice degli appalti" (D.L. del 12.4.06) definisce per tutto il Capo IV le attività delle varie fasi della progettazione.

Ancora una volta il vocabolo "servizi" comprende sia le prestazioni professionali di natura intellettuale sia le attività di imprese che svolgono ben altro genere di lavori (ad es. pulizia, giardinaggio, trasporti, rifiuti, ecc.ecc.).

Questa Associazione ha sempre contestato tale omologazione terminologica essendo l'opera dei professionisti una prestazione di "servizi ad alto contenuto culturale e intellettuale" conseguente ad una specifica preparazione accademica e alla capacità personale di chi la esercita ed è tale, sempre, sia se viene svolta individualmente sia anche quando è all'interno di una più organizzata struttura integrata.

Esprimemmo il dissenso già nella formulazione della prima Merloni e l'abbiamo reiterato nelle sue successive modificazioni.

La stragrande maggioranza dei professionisti dell'area tecnica svolge la propria attività in forma autonoma e solo occasionalmente si associa con altri; vive e opera in piccoli centri, non sempre svolge attività continuativa, il valore economico delle prestazioni è spesso modesto (di gran lunga inferiore al limite dei 100.000 €).

I limiti imposti dalle normative vigenti in materia di contratti pubblici per le prestazioni cosiddette "sotto soglia" sono eccessivamente punitivi e discriminanti (numero medio annuo dei dipendenti, numero dei dirigenti impiegati negli ultimi tre anni, dichiarazione circa l'attrezzatura, il materiale e l'equipaggiamento tecnico, curriculum professionale con indicazione degli importi, delle date e dei destinatari pubblici o privati).

Certamente la capacità professionale è attestata dal curriculum ma questo non può essere limitato ai soli tre anni precedenti il bando perché è la somma di esperienze e di cultura che si acquisisce, si mantiene e si sviluppa nella pratica di studio e sul campo.

E' poi altrettanto vero che dagli anni '90 in poi, dalla cosiddetta "tangentopoli", i liberi professionisti dell'area tecnica attraversano una profonda crisi che ha spinto molti all'allontanamento dalla professione e tanti altri in forme di indecoroso precariato.

Tutto ciò premesso lo scrivente SINGEOP chiede alla CONFPROFESSIONI di farsi carico di questa realtà che coinvolge tutte le professioni tecniche e particolarmente quella dei Geologi e di attivare ogni e qualsivoglia iniziativa presso il Parlamento, le autorità di Governo, le forze politiche e le OO.SS. per un emendamento della vigente legislazione di tutte quelle norme che possano, in qualche modo, essere discriminatorie della gran massa dei liberi professionisti nella partecipazione ai concorsi di studio e di progettazione.

Geol. Andrea Maniscalco, Presidente

HOME Chi siamo Statuto

SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI
aderente alla Confprofessioni
Via Tommaso Campanella, 41 – 00195 ROMA RM
Tel: 0639732126 - FAX: 0639732126 - Mob: 3394482624

e-mail