SINGEOP - home

SINGEOP
SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI

aderente alla Confprofessioni
 
 
  Al Presidente del
Consiglio Nazionale dei Geologi
Via Vittoria Colonna, 40
00193 ROMA RM
Roma, 20 marzo 2008
Oggetto: Regolamento per l’A.P.C.
 
 

Con riferimento alla delibera n.128 del 12/2007 il C.N.G. ha approvato il “Regolamento per l’Aggiornamento Professionale Continuo” questa Associazione Sindacale, dopo un’attenta e meditata riflessione sui contenuti della delibera, ritiene opportuno rappresentare alcune osservazioni.

Si premette che il SINGEOP ritiene l’A.P.C. la condizione di basilare importanza per l’affermazione e la crescita del Professionista nel mondo del lavoro e, per conseguenza, favorisce tutte le iniziative tese al miglioramento delle conoscenze metodologiche e culturali. Ne sono riprova i notevoli contributi economici che il FONDOPROFESSIONI (l’Ente istituito nell’ambito del CCNL per gli studi professionali) stanzia per progetti formativi nella convinzione che le prestazioni di lavoro intellettuale debbano mantenersi costantemente al passo con la rapida e incessante evoluzione della ricerca e della sperimentazione nel campo tecnico-scientifico.

Il SINGEOP, tuttavia, ritiene che l’obbligatorietà all’A.P.C., come sancito nel citato Regolamento, è ostativa al principio della libertà del professionista il quale è il solo ed unico soggetto responsabile delle proprie capacità e competenze che mette a servizio del Cliente e della collettività. L’A.P.C. non può essere altro che un’opportunità “facoltativa” che il professionista decide come, dove, quando e in quali campi esercitarla.

E’ certamente più utile per il miglioramento delle esperienze tecnico-scientifiche e per l’inserimento nel mondo professionale la frequentazione a congressi, convegni e seminari scelti sui temi di propria specifica competenza piuttosto che, come imposto nel Regolamento, la frequenza a corsi organizzati troppo spesso su temi non attinenti agli specifici interessi culturali del Professionista la cui partecipazione ha il solo scopo di maturare crediti formativi per non incombere nel rischio di provvedimenti sanzionatori.

Allo stato attuale, infatti, le proposte formative riguardano quasi esclusivamente software applicativi o tecniche cartografiche o di monitoraggio. Nella Geologia Applicata, nella Geotecnica, nella Geomorfologia e nell’Idrogeologia, per citare i campi professionali di più larga diffusione, non sono state elaborate teorie o tecniche innovative tali da ampliare l’orizzonte professionale.

Da ciò deriva che l’A.P.C. non è una formula generalista da applicarsi “comunque” a “chiunque”.

Quanto deliberato dal C.N.G. assume, in definitiva, i caratteri di una volontà “coattiva” che contrasta con i principi liberali sanciti nel dettato costituzionale del nostro Paese. Non è, altresì, ammissibile, a nostro avviso, il richiamo al rispetto della risoluzione del Consiglio Europeo perché l’obbligo di uniformità alle risoluzioni dell’U.E. spetta in primis al Parlamento italiano che deve convertire quelle risoluzioni in leggi dello Stato.

Il SINGEOP evidenzia infine che nei Criteri di definizione dei crediti si manifesta, di fatto, un principio d’indubbio favore per gli organizzatori e i docenti dei corsi reclutati nel mondo accademico. E’ ben noto che la formazione accademica, come impartita dal sistema universitario, è cosa ben diversa dalla formazione e dalla pratica professionale. Non si vede come e in che modo docenti che sono molto distanti dalle problematiche insite nell’esercizio professionale possono essere abilitati a relazionare nei corsi di aggiornamento.

Il SINGEOP ha inteso esprimere le proprie perplessità circa la valenza del”Regolamento per l’A.P.C.” e sollecita il C.N.G. a dare un riscontro nel rispetto delle funzioni dell’Associazione sindacale che rappresenta le istanze di tanti liberi professionisti. Rispetto che purtroppo e mancato verso le osservazioni espcitate a riguardo del “Codice Deontologico”
Con viva cordialità

Andrea Maniscalco
Presidente SINGEOP

 
HOME Chi siamo Statuto

SINDACATO NAZIONALE DEI GEOLOGI PROFESSIONISTI
aderente alla Confprofessioni
Via Tommaso Campanella, 41 – 00195 ROMA RM
Tel: 0639732126 - FAX: 0639732126 - Mob: 3394482624

e-mail